Silvana Mascioli

Biografia

 

“L’attuale ricerca artistica è caratterizzata da un coinvolgimento sempre più veloce con il mondo della scienza e con tutti i dati che essa può condividere con lo studio della creatività umana. Se il funzionamento della mente determina la nostra intera esistenza fisiologica, esso si rivela utile per capire anche quella spirituale. L’opera d’arte si trasforma così da fatto ed evento in osservazione e cognizione, più o meno completa, ma sempre veridica del mondo. Come la mente elabora ciò che l’occhio vede? A questa domanda, base di molti studi psicologici, cognitivisti, neurologici e storici, l’artista Silvana Mascioli dà una risposta non ortodossa. La sua opera, in effetti, conduce un esame ibrido che spazia dalla Optical Art e dalle ricerche strutturaliste fino al colorismo effervescente della Pop Art. L’enfasi su linee e tonalità deriva da una ricerca di semplificazione delle forme, di sintesi dei loro elementi essenziali, di ottenimento dell’essenza del materiale che determina non solo la sua percezione cerebrale ma l’intera cognizione mentale della realtà. Pertanto, Silvana Mascioli abbandona l’unico punto di vista della superficie bidimensionale ed elabora immagini  ricche di molteplici prospettive che si offrono all’occhio del fruitore contemporaneamente, esattamente come accade quando la mente elabora ciò che l’occhio vede, che non è mai un punto di vista, bensì una intera e personale visione del mondo, quella che ci rende individui”.Numerose le sue partecipazioni a mostre personali e collettive di rilievo fin dal 1975, in occasione di importanti Manifestazioni Artistiche (Biennale d’Arte Internazionale di Venezia, Expo Milano 2015, Biennale di Firenze, Festival Internazionale dei Due Mondi di Spoleto, Rio Art 2016, Permanente di Milano, ecc.) e presso prestigiosi Spazi Espositivi (Milano, Torino, Venezia, Firenze, Roma, Napoli, Montecarlo, Parigi, Londra, Mosca, San Pietroburgo, New York, Miami, Pechino, Hong Kong, ecc.).

Denitza Nedkova

“The current artistic research portrays a more and more faster involvement with the science world and with all the data that it shares with the study of the human creativity. If the functioning of mind defines our whole physiological existence, it is revealed to be useful to understand the spiritual one as well. The work of art becomes as a fact and event under observation and awareness, almost complete, but always true of the world. How mind processes what the eye sees? To this question, reason for several psychological, cognitive, neurological and historical studies. The artist Silvana Mascioli gives an unconventional answer. Her work, leads a hybrid theory that ranges from the Optical Art and structuralist researches to the effervescent emphasis on colours of the Pop Art. The focus on lines and tones comes from the search for simplified forms, for synthesis of their essential elements, for achievement of the essence of the matter that defines not only its cerebral perception but the whole mental cognition of reality. Therefore, Silvana Mascioli leaves the only point of view of the two-dimensional surface and processes images rich in multiple perspectives which are simultaneously available for the viewer’s eye, exactly like what happens when mind process what the eye sees, which is never a point of view, but is a total and personal view of the world, that makes us individuals.” Several are her participations to relevant personal and collective exhibitions since 1975, on the occasion of significant Artistic Events (International Art Biennial of Venice, Expo Milan 2015, Biennial of Florence, International Festival of Two worlds of Spoleto, Rio Art 2016, Permanent Event in Milan, etc.) and on prestigious exhibition showrooms (Milan, Turin, Venice, Florence, Rome, Naples, Monte Carlo, Paris, London, St Petersburg, New York, Miami, Peking, Hong Kong, etc.)

Denitza Nedkova

 

facebook google twitter pinterest youtube newsletter Iscrivi alla Newsletter