Federica Franconeri

Biografia

Federica Franconeri (Firenze, 1976). Gli studi presso il Liceo Artistico "A. Passaglia" di Lucca e la frequentazione dell'Accademia di Belle Arti di Firenze convincono Federica a incentivare la passione per l'arte, intraprendendo un percorso da autodidatta che meglio si sposa con la sua indole sperimentatrice. Inizia dunque un nuovo periodo di formazione intenso e polivalente che la porta a sviluppare capacità di fine ritrattista dal vero secondo le puntuali tecniche ottocentesche; e la conoscenza delle procedure di affresco, di tromp-l'œil e quelle di modellazione della creta (bassorilievo, altorilievo, tutto tondo). Lo sviluppo di un proprio stile attraverso il celebre Corso di Arredamento e Modellista "Callegari" di Firenze le apre invece le porte del mondo del gioiello d'autore e della moda. Tali esperienze si alternano a periodi di permanenze all'estero (Los Angeles, New York, Miami, Londra) nelle quali Federica ha modo di approfondire valori estetici differenti, votati adesso alla spettacolarizzazione del gesto come alla sperimentazione di nuovi materiali. Rientrata in Italia, recupera il proprio sapere e la propria passione per l'arte dedicandosi allo sviluppo di un linguaggio totalmente astratto che sappia trovare nella matrice naturale il suo più valido contributo. Tale linguaggio si basa in primis sull'utilizzo delle resine poliestere ed epossidiche come materiali di nuova concezione visiva; in seconda battuta, sulla fascinazione che ella subisce nei confronti della natura intesa come puro colore e vibrazione che amplifica mediante un controllo serrato sul gesto pittorico: il colore viene dunque scomposto nei suoi elementi primari e restituito secondo una sintesi tonale che è propria della natura. Controllare l'indeterminatezza del gesto significa infatti poter aumentare le capacità esecutive (anche la materia crea le proprie immagini) e dirigerle. Ne risulta dunque una pittura contemporanea dal forte impatto visivo dove il rimando paesaggistico - narrativamente presente - raggiunge quel risultato estetico a cui l'autrice vuole tendere, stimolando la fantasia del fruitore mediante l'impianto strutturale ed emotivo del colore. Vive e lavora tra la Versilia, Londra e gli Stati Uniti.

 

 

Francesco Mutti

associazione nazionale gallerie d'arte moderne e contemporanee facebook google twitter pinterest youtube newsletter Iscrivi alla Newsletter