Federica Franconeri

Biografia

 

Federica Franconeri (Firenze, 1976). Gli studi presso il Liceo Artistico "A. Passaglia" di Lucca e la frequentazione dell'Accademia di Belle Arti di Firenze convincono Federica a incentivare la passione per l'arte, intraprendendo un percorso da autodidatta che meglio si sposa con la sua indole sperimentatrice. Inizia dunque un nuovo periodo di formazione intenso e polivalente che la porta a sviluppare capacità di fine ritrattista dal vero secondo le puntuali tecniche ottocentesche; e la conoscenza delle procedure di affresco, di tromp-l'œil e quelle di modellazione della creta (bassorilievo, altorilievo, tutto tondo). Lo sviluppo di un proprio stile attraverso il celebre Corso di Arredamento e Modellista "Callegari" di Firenze le apre invece le porte del mondo del gioiello d'autore e della moda. Tali esperienze si alternano a periodi di permanenze all'estero (Los Angeles, New York, Miami, Londra) nelle quali Federica ha modo di approfondire valori estetici differenti, votati adesso alla spettacolarizzazione del gesto come alla sperimentazione di nuovi materiali. Rientrata in Italia, recupera il proprio sapere e la propria passione per l'arte dedicandosi allo sviluppo di un linguaggio totalmente astratto che sappia trovare nella matrice naturale il suo più valido contributo. Tale linguaggio si basa in primis sull'utilizzo delle resine poliestere ed epossidiche come materiali di nuova concezione visiva; in seconda battuta, sulla fascinazione che ella subisce nei confronti della natura intesa come puro colore e vibrazione che amplifica mediante un controllo serrato sul gesto pittorico: il colore viene dunque scomposto nei suoi elementi primari e restituito secondo una sintesi tonale che è propria della natura. Controllare l'indeterminatezza del gesto significa infatti poter aumentare le capacità esecutive (anche la materia crea le proprie immagini) e dirigerle. Ne risulta dunque una pittura contemporanea dal forte impatto visivo dove il rimando paesaggistico - narrativamente presente - raggiunge quel risultato estetico a cui l'autrice vuole tendere, stimolando la fantasia del fruitore mediante l'impianto strutturale ed emotivo del colore. Vive e lavora tra la Versilia, Londra e gli Stati Uniti.

Francesco Mutti

Federica Franconeri (Florence, 1976). Her studies at the artistic Liceo “A. Passaglia” in Lucca and the attendance of the Academy of Fine Arts in Florence convinced Federica to pursuing her passion for arts, taking on an autodidactic way which best suits her experimental nature. She started, therefore, a new intense and multifunctional training period which brought her to develop an ability as a fine life portraiture artist according to the precise techniques of the nineteenth century; as well as the knowledge of fresco procedures, of the tromp-l'œil and of the pottery procedures (bass-relief, high-relief, in the round). The development of her own style thanks to the renowned interior design and model maker course “Callegari” in Florence opens her the doors to the world of jewellery and fashion. These experiences alternated with periods spent abroad (Los Angeles, New York, Miami, London) in which Federica had an opportunity to explore different aesthetic values, voted to sensationalise the act as the experiments of new materials. When back in Italy she recovers her knowledge and passion for art focusing on the development of a language completely abstract which could find in the natural origin her most valuable contribution. This language is based firstly on the use of polyester and epoxide resins as material of new visual conceptions. Secondly on the charm that she experiences towards the feel of nature as pure colour and vibes that she magnifies through a full control of the painting gesture: the colour is divided in it’s primary colours and restored with a tonal synthesis which belongs to nature. Controlling the uncertainty of the gesture means to be able to increase the executive skills (also material creates its own shapes) and direct them. This results in a contemporary art with a strong visual impact. Where the recall of the landscape theme – narratively present – achieves that aesthetic result that the artist wants to convey, stimulating the imagination of the viewer through the structural and emotional effect of the colour. She lives and works between Versilia, London and United States.

Francesco Mutti

 

facebook google twitter pinterest youtube newsletter Iscrivi alla Newsletter