Eventi


Mostra Orizzonti Contigui (Galleria Mentana)



La Galleria d’Arte Contemporanea Wikiarte

in Via San Felice 18 – Bologna

In collaborazione con la Galleria Mentana di Firenze

È lieta di invitarvi

venerdì 20 giugno 2014

ore 18.00

All’ inaugurazione delle mostra

ORIZZONTI CONTIGUI

 

Artisti in mostra

MIRIAM PRINCIPI(MOIRYM), BIANCA VIVARELLI,

ANNIE GHERI, CLARA POLVANI, EMILIO FACCHINI,

GIAMMARCO AMICI, PAOLO PASQUALI,

ROCCO PERRONE, ALINA DETTORI,

MARGARET KARAPETIAN, NORMA DURÈ,

MARIA ZASLAVSKAYA, LAURA LEN, 

RENZO SBOLCI, ROSARIO BELLANTE, FRANCO LASTRAIOLI,

LUIGI DE GIOVANNI, ANGELA AUBIBERT BELTRAMO   

                                                                                                                          

Chi cerca di possedere un fiore, vede la sua bellezza appassire, ma chi lo ammira in un campo, lo porterà sempre con sé. Perché il fiore si fonderà con il pomeriggio, con il tramonto, con l'odore di terra bagnata e con le nuvole all'orizzonte. (Paulo Coelho, Brida, 1990)

Strati  distinguibili per particolari caratteristiche cromatiche dai livelli direttamente sovrastanti o sottostanti o contigui. Superficie speculare piana e orizzontale come uno  specchio, una pozzanghera o  una vaschetta con del mercurio ……. La linea apparente, mobile e dinamica, che divide la Terra dal cielo. L’orizzonte e tutto ciò in quanto il limite in cui si separano, ma anche si collegano, l’indeterminato e il determinato, il finito e l’infinito.  

L’età moderna con le sue scoperte geografiche e astronomiche eliminano l’idea del mondo finito, di quello che termina all’orizzonte. Quest’ultimo si trasforma dal limite massimo alla prima soglia dell’infinità , dell’apertura verso l’Universo. L’orizzonte si pone, dunque, come limite e come tramite, come nesso cognitivo. L’orizzonte è, insomma, è la nozione  che determina come in ogni momento della nostra esperienza vissuta noi siamo aperti contemporaneamente verso il passato e verso il futuro. Lo spazio e il tempo coincidono nell’orizzonte che, però, è mai raggiungibile. Se la tensione tra finito e infinito, l’orizzonte,  è una caratteristica di ogni momento della nostra esperienza vissuta, è consequenziale che tale trazione esiste in ogni atto e fatto creativo, in quanto esso parte della vita. Nell’Arte il legame con lo spazio è il con il tempo sono già compromessi in quanto sempre interpretati e interpretabili e se l’orizzonte è il loro incontro, possiamo capire come le opera d’arte non sono altro che  delle infinite contiguità del horison. La prima tra esse la Prospettiva che dà l’inizio dell’arte moderna. Il creativo , incline alla soggettivizzazione di ogni cosa e fenomeno, trasforma l’orizzonte in proprio per poter con tingere tramite esso con le realtà dell’uomo. Dipende tutto dal punto di osservazione sia quando si delimita l’orizzonte sia quando si osserva un quadro: pare che il cielo si fonde con la terra, pare che l’immagine si fonde con la realtà. E’ nell’incertezza dell’ avvenimento, un parere per l’appunto, che si concentra l’inesauribile novità dell’orizzonte – motore di ogni iniziativa (inizio attivo).

L’avvicinamento degli orizzonti che interessa la mostra collettiva della galleria Wikiarte “ Orizzonti Contigui” illustra come le tante prospettive personali arrivano, prima o poi, a congiungersi tra il cielo  e la terra, in quella sottile linea rossa che rimane sempre distante nonostante l’intensità dell’impeto di coglierla. In tal senso, la strada di ogni creativo è direzionata verso il raggiungimento dell’orizzonte che simboleggia, nella mente artistica, il raggiungimento della meta che alimenta ogni fantasia. Ma fantasticare significa immaginare, non cogliere il fiore , ma ammirarlo, illustrarlo. E, perifrasando nuovamente Coelho, un artista non può abbassare la testa, altrimenti perde di vista l'orizzonte dei suoi sogni.

Denitza  Nedkova

 

Critica:

Presentazione a cura di Denitza Nedkova

Curatrice mostra:

Deborah Petroni

 

Sponsorizzata e pubblicizzata da:

www.virtualstudios.it

www.genzianariccicomunicazione.it

www.ilpensieroartistico.eu

www.paolobalsamo.it

www.lavoriedilionline.it

 

Durata mostra:

dal 20 giugno al 03 luglio 2014

dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00 con orario continuato
lunedì e domenica chiuso
Ingresso gratuito 

Info e contatti:

Mail: info@wikiarte.com

Sito: www.wikiarte.com


Scarica il modulo
facebook google twitter pinterest youtube newsletter Iscrivi alla Newsletter