Emilia Agosti

Emila Agosti Artista bergamasca, nell’infanzia si forma dalla pittrice di fama internazionale Angela Marini, grazie alla quale approccia i primi passi nel campo dell’arte in modo spontaneo, libero e creativo. Approfondisce diverse tecniche pittoriche durante la frequenza del liceo artistico statale di Bergamo. Qui scocca anche la scintilla che la conduce verso la storia dell’arte, l’estetica e la filosofia, immergendosi completamente in queste discipline e coltivando l’interesse verso la parola nel suo uso razionale. Dopo essersi laureata prima in Filosofia e poi in Scienze Filosofiche si è fatta avanti sempre di più l’esigenza di esprimere il suo lato istintivo attraverso il teatro, recuperando un rapporto più carnale e viscerale con la creazione artistica. Questa esperienza la ha aiutata ad ascoltare di più i suoi impulsi e svuotare la mente dai giudizi per lasciare aperto lo spazio alla spontaneità creativa, applicando questo metodo in modo più consapevole anche nella pittura, ereditando da questa disciplina un metodo e un approccio fondamentale alla creazione artistica, che consiste nell’essere in uno stato di spontaneità e nell’ascoltare i propri moti interiori attraverso un training fisico che prepara l’artista all’azione: questo è il rituale che ella pratica ogni volta prima di dipingere per predisporsi a “stare nel corpo” invece che “stare nella mente”. Arte corporea e gestuale quella di Emilia Agosti che passa dall’informale di gesto, all’informale materico, per arrivare all’astrattismo e alla body printing, suo ultimo approdo, sperimentazione che trova sbocco anche nella dimensione della performance.

A.A.V.V

An artist from Bergamo, in childhood he was trained by the internationally renowned painter Angela Marini, thanks to which he approached the first steps in the field of art in a spontaneous, free and creative way. He deepens various painting techniques while attending the state art high school of Bergamo. Here the spark that leads her to the history of art, aesthetics and philosophy also strikes, immersing herself completely in these disciplines and cultivating an interest in the word in its rational use. After graduating first in Philosophy and then in Philosophical Sciences, the need to express her instinctive side through the theater came forward more and more, recovering a more carnal and visceral relationship with artistic creation. This experience helped her to listen more to her impulses and clear her mind of judgments to leave space for creative spontaneity, applying this method more consciously also in painting, inheriting from this discipline a fundamental method and approach to creation. artistic, which consists in being in a state of spontaneity and listening to one’s inner motions through a physical training that prepares the artist for action: this is the ritual that she practices every time before painting to prepare herself to “stay in the body “instead of” staying in the mind “. Body and gestural art that of Emilia Agosti who passes from the informal of gesture, to the informal material, to get to abstractionism and body printing, her latest destination, experimentation that also finds an outlet in the dimension of performance.

A.A.V.V